• Il piacere di vivere senz’auto.

    Sono sempre più le persone che scelgono di rinunciare alla vettura per spostarsi in modo più ecologico. L’esperienza “car free” di Linda Maggiori

    Nella nostra Italia frenetica esistono famiglie che hanno scelto, con semplicità, di vivere senz'auto. Per poter incidere con maggior forza sul tessuto sociale si sono riunite in gruppo su FaceBook e internet.

    Proseguì nella lettura

  • L'alternativa esiste, ed è bella

    L’automobile è un’invenzione meravigliosa. Ha dato la possibilità di esplorare il mondo e di muoversi liberi senza vincolo alcuno. Un’innovazione tanto bella da sedurre più di un miliardo di persone al mondo e di divenire l’oggetto del desiderio di almeno altrettante.

    Proseguì nella lettura

  • Verso una mobilità nuova

    Copertina AC numero7

    Per proseguire nella lettura del nostro approfondimento: "Verso una mobilità nuova"

    Proseguì nella lettura

  • L’inQubatore per una rete di buone pratiche

    Fabio Dipinto racconta l’associazione nata per promuovere la cultura sostenibile nell’area torinese, i risultati dell’edizione zero di BeeGreen e i progetti futuri.

    “Le parole chiave alla base del nostro agire sono valorizzazione del territorio e tutela dell’ambiente.” Così si presenta l’inQubatore Qulturale, attivo dall’autunno 2016, quando si aggiudicò un bando pubblico legato a Corona Verde, diventato Associazione culturale nel settembre 2017.

    Proseguì nella lettura

  • Il pensare collettivo dell’apina verde

    Il ragionare individuale è talmente radicato nella nostra cultura che il pensare collettivo diviene come irreale.Eppure dai tempi remoti del “divide et impera” dovremmo avere compreso che l’egocentrismo indotto è tecnica efficace per il controllo delle masse e per favorire il consumismo.

    Proseguì nella lettura

  • Turisti o viaggiatori?

    Dissertazione breve per proporre un nuovo, o forse molto antico, modo di conoscere il mondo lentamente

    "Il turismo è un peccato mortale" sosteneva Werner Herzog. Però il turista fa girare l'economia. E anche noi siamo convinti che il vero petrolio dell'Italia è la sua bellezza dalle mille forme: sta nei paesaggi che cambiano ogni pochi chilometri, nei cibi sempre gustosi e mai identici, nel patrimonio artistico e culturale immenso.

    Proseguì nella lettura

  • Mettiti nei miei panni

    Gli abiti che indossiamo possono contenere sostanze nocive per la salute ed essere realizzati sfruttando i lavoratori e danneggiando l’ambiente. I consigli per scegliere in modo responsabile

    Con l’arrivo della primavera giunge l’immancabile appuntamento del cambio di stagione che mette a dura prova la calma interiore di ogni abitante su questa terra.

    Proseguì nella lettura

  • Acquistare senza prevaricare

    Consumatori equi o predatori? Consigli per acquisti equilibrati in un mondo un po’ troppo squilibrato

    “Quando l’economia uccide bisogna cambiare” è l’invito di padre Alex Zanotelli, prete comboniano che ha dedicato molta vita a cercare di scardinare i meccanismi nefasti che dividono gli abitanti della terra in predati, predatori e opportunisti.

    Proseguì nella lettura

  • Parole per unire

    Essere comunità per cambiare quel pezzo di Terra su cui appoggiamo il nostro sguardo e i nostri passi.

    “Comunità, insieme di persone unite tra di loro da rapporti sociali, linguistici e morali, vincoli organizzativi, interessi e consuetudini comuni” scrive il vocabolario. Comunità è luogo di legami e di rapporti umani sinceri, spazio dove ognuno collabora per quanto può o riesce. Un involucro protettivo, contenitore di persone unite da un filo invisibile, filo leggero che lega senza stringere.

    Proseguì nella lettura

  • Dire, fare, mangiare

    Le buone pratiche per sostenere la filiera alimentare giusta e pulita, migliorare la società e nutrirsi in modo sano e conviviale

    “Siamo quello che mangiamo” diceva il filosofo Ludwig Feuerbach nel lontano Ottocento per rimarcare l’influenza del cibo sul corpo, la psiche e lo spirito. E per sottolineare che l’alimentazione è alla base della cultura di ogni popolo, resa unica da tradizioni e riti che ruotano intorno al mangiare e alla tavola, luogo generatore di relazione ed empatia.

    Proseguì nella lettura

  • Buon 2018, Italia!

    Negli ultimi momenti del 2017 abbiamo chiesto ad alcuni amici, consapevoli e capaci di azioni alternative, di rispondere a questa domanda: "Cosa auguri all'Italia per il 2018?". Qui le risposte di coloro che hanno accolto il nostro invito!

    Proseguì nella lettura

  • L'abbraccio di Natale

    Dal Natale consumistico a quello responsabile, solidale e sostenibile

    “È arrivato Natale, Natale la festa di tutti, si scorda chi è stato cattivo”. Così cantava Pierangelo Bertoli. E proseguiva, sarcastico e malinconico, “è nato, si dice, poi fu crocifisso, aveva diviso il mondo in due parti e quelli che l’hanno trattato più male son quelli che hanno inventato il Natale”.

    Proseguì nella lettura